Storia

Storia

Dirigenti:  Vincenzo Aversano, Aldo Cusano

Fondatore:  Padre Antonio Bevilacqua (in piedi tra i giocatori).

Giocatori:
In Piedi: Michele Vecchiolla, Filippo Romano, Giovanni Repola, Raffaele Notari, Carlo Zardin, Luigi Minicillo, Franco Gerardo (K), Pino Lazzoni, Giulio Romano, Luigi Donatiello
Accosciati: Luigi Olivieri, Franco Edoardo, Enrico Pascucci, Alessandro Messina, Ciro Minicillo, Giovanni Orlando.

Allenatore:  Franco Ascantini

Presidente:  Giovanni Nobile

La U.S. Rugby Benevento, fondata nel 1966 da un gruppo di ragazzi con a capo un frate conventuale, dopo una militanza a fasi alterne nei vari Campionati minori della Federazione Italiana Rugby, nel 1981/82 approda alla serie A nazionale. Dopo la partecipazione ad alcuni campionati tra serie A ed A2, da alcuni anni a questa parte partecipa a fasi alterne al campionato di serie B.

In tutti questi anni non ha mai tralasciato il lavoro di base con le formazioni minori, con le quali ha raggiunto successi maggiori, sia a livello regionale che a livello nazionale.

Questo ultimo punto, ed il fatto di interpretare il gioco del Rugby con uno spirito assolutamente dilettantistico, ha sempre caratterizzato la U.S. Rugby Benevento, tanto da meritare , nel 1982, il “Premio C.I.A.R” (Club Italia Amatori Rugby) e, nel 1991, il Riconoscimento Solenne della Università di Milano, con la seguente motivazione: “Per aver contribuito a valorizzare tra i giovani di Benevento, l’aspetto etico e culturale insito nella pratica sportiva”.

L’impostazione a suo tempo data dai fondatori  tutt’oggi è ancora vigente; tutti gli atleti che “vestono” i colori sociali bianco-celeste, sono della città al massimo della provincia di Benevento. Salvo qualche rarissima eccezione, anche durante lo svolgimento dei campionati di serie A, è stata mantenuta tale caratteristica.

Naturalmente, oggi, la U.S. Rugby Benevento non è più una società di parrocchia. Si tratta di una Associazione Sportiva leader nella propria città e nella propria regione che conserva intatte tutte le caratteristiche che hanno contraddistinto, soprattutto per il passato, l’associazionismo sportivo; associazionismo che punta tutto sul volontariato e sulla “voglia di fare” delle persone comuni, senza alcun scopo politico, senza alcun interesse economico ma uniti da un unico interesse che li accomuna: fare qualcosa per gli altri.

E’ noto, soprattutto in città, che la U.S. Rugby Benevento, lavora, con le proprie attività minori, soprattutto nei quartieri più poveri e periferici, dove l’isolamento e l’emarginazione, producono più facilmente i mali della nostra società lavora in tali ambienti con quello che ha, mettendo a disposizione della comunit&agrave, gratuitamente, tecnici qualificati, dirigenti sportivi di livello, attrezzature tecniche, e risorse, in termini monetarie, sufficienti a far svolgere campionati regionali e nazionali a tutte le categorie previste dalla Federazione Italiana Rugby .

Grazie a tanto impegno, molti giovani di Benevento hanno vestito negli anni la maglia azzurra della Nazionale Italiana di Rugby, sia nelle formazioni delle varie rappresentative giovanili che nella nazionale maggiore (ultimo gioiello in ordine di tempo Carlo Canna ), provando emozioni irripetibili e soprattutto avendo la possibilità di conoscere culture e realtà completamente diverse dalle nostre.

Attualmente la U.S. Rugby Benevento muove annualmente circa 2.000 atleti, con oltre 450 tesserati propri, 600/700 partecipanti ai Giochi della Gioventù e al Torneo Studentesco, organizzati con la collaborazione del Provveditorato agli Studi di Benevento, e oltre 1.200 bambini che partecipano annualmente al Torneo “Città di Benevento” che si tiene ormai da ben 33 anni, all’inizio di ogni mese di maggio, diventato ormai a pieno titolo “Torneo Internazionale” per la partecipazione costante di squadre provenienti da tutta Europa.

Per la stagione precedente e quella in corso, 2015/2016, il bilancio economico della U.S. Rugby Benevento è sostenuto da una serie di accordi di sponsorizzazioni concordati attraverso una strategia di marketing curata dall’agenzia OTTOMEDIA che ha individuato una serie di sponsor interessati a investire nel progetto Benevento Rugby. Tuttavia, la gestione è assicurata anche grazie a soci sostenitori, contribuzioni da parte di altri soggetti privati e, raramente, da enti preposti, il tutto completato dal lavoro di tanti volontari che, monetizzato, porta risorse al bilancio.

Buona parte delle risorse a disposizione vengono utilizzate per il mantenimento di un complesso sportivo che il Comune di Benevento ha messo a disposizione della U.S. Rugby Benevento, mediante convenzione per la gestione; tutte le spese di manutenzione ordinaria sono a carico della U.S. che ne dispone in toto.

Le attività sportive Federali sono a titolo completamente gratuito, nessun atleta della U.S. Rugby Benevento paga o ha mai pagato la retta per partecipare alle attività sociali, sono previste delle quote di partecipazione solo per gli adulti che, in orari serali, seguono dei corsi di ginnastica generale, organizzati dalla U.S. stessa, i cui proventi concorrono a coprire le spese di gestione dell’impianto.

Durante il periodo estivo, ultimate le varie attività agonistiche previste dalla F.I.R., i tecnici e i dirigenti della U.S., organizzano sull’impianto da loro gestito, dei corsi di intrattenimento riservato a bambini da 3 a 12, figli di soci o sostenitori, i cui proventi concorrono ulteriormente alla copertura delle spese di gestione dell’impianto, naturalmente il tutto è gestito da volontari che devolvono il loro tempo libero alla realizzazione dei progetti della U.S. Rugby Benevento.