Miwa Energia Bn cede 20-24 al Reggio Calabria. Tornusciolo: “Ci siamo svegliati troppo tardi”

0
401

Primo ko del 2013 per il Miwa Energia Benevento che cede in casa all’Heliantide Reggio Calabria nella 1.a di ritorno per 20-24.
Una gara incredibile, quella vista al Pacevecchia, con il 15 di Gramazio capace prima di scomparire dal campo, poi di giocare una delle più belle partite.
La cronaca del match offre agli spettatori presenti un 1° tempo con una sola squadra in campo, gli ospiti, che vanno a segno con un drop di Boshoff dopo soli 3′ di gioco e con un piazzato di Valenti (6′) fissando un momentaneo 0-6. E il risultato avrebbe potuto essere ancora più rotondo se non ci fossero stati ben 2 piazzati falliti.

Al 29′ nuova meta di marca calabrese (a segno Bombaci, trasforma Valenti) e il tabellino si ferma sullo 0-13. La sterile reazione dei biancocelesti si concretizza in una meta di Verdicchio. La frazione si chiude poi con un piazzato di Valenti che manda le 2 squadre negli spogliatoi sul 5-16.

La seconda parte di gara si apre con gli ospiti ancora a segno con una meta di mischia (ultimo tocco di Palmer che schiaccia oltre la linea). E proprio quando la partita sembrava finita, ecco la reazione rabbiosa di Petrone e s. che prima accorciano con un piazzato di Piscopo poi vanno in meta con Altieri. Trasforma Piscopo e gara sorprendentemente riaperta : 15-21. A quel punto è un altro Benevento che corre, placca e fa male. Al 38′ è Ceglia ad andare a segno con il pubblico impazzito. Tutti ci credono ma Piscopo fallisce la trasformazione decisiva (in posizione peraltro sfavorevole). In chiusura di match un piazzato di marca calabrese chiude i conti per il definitivo 20-24.

“Abbiamo perso troppo tempo all’inizio- ha detto a fine gara Antonio Tornusciolo- loro ci hanno messo subito in difficoltà, erano più duri e più decisi di noi e non siamo riusciti a reagire subito. Dobbiamo imparare ad essere più sicuri e consapevoli dei nostri mezzi e delle nostre capacità. Siamo partiti con poca grinta e poca cattiveria. La reazione del 2° tempo non è bastata. Ci siamo svegliati troppo tardi. Drammi non se ne fanno- ha aggiunto il mediano di mischia, uscito malconcio per un colpo alla mano in un placcaggio – la società ci è vicina e noi ci siamo. Ci manca solo un pizzico di cattiveria iniziale e dobbiamo smetterla di giocare solo un tempo”. Prima della gara osservato 1′ di raccoglimento in memoria di Renato D’Andrea, ex arbitro ed ex giocatore del Rugby Feltre.

Domenica prossima la truppa del presidente Palumbo sarà ospite del Colleferro.

FORMAZIONE

Esposito, Altieri, Ciarla, Russo, Petrone, Piscopo, Tornusciolo, Ceglia, Frattolillo, Verdicchio (Casillo, Maniglia), Zizza, Valente, Bosco, Vistocco, Romano (Notariello). A disp. Racioppi, Cremonesi, Carone, Casillo, Ciampa.
All. Alessandro Gramazio

TABELLINO 1° TEMPO

3′ drop Boshoff (Reggio Calabria) 0-3
6′ calcio piazzato Valenti (Reggio Calabria) 0-6
29′ meta Bombaci (Reggio Calabria) 0-11
30′ trasformazione Valenti (Reggio Calabria) 0-13
37′ meta Verdicchio (Miwa Energia Bn) 5-13
40′ calcio piazzato Valenti (Reggio Calabria) 5-16

TABELLINO 2° TEMPO

8′ meta Palmer (Reggio Calabria) 5-21
13′ calcio piazzato Piscopo (Miwa Energia Bn) 8-21
20′ meta Altieri (Miwa Energia Bn) 13-21
20′ trasformazione Piscopo (Miwa Energia Bn) 15-21
38′ meta Ceglia (Miwa Energia Bn) 20-21
41′ calcio piazzato Valenti (Reggio Calabria) 20-24